ULTIM'ORA
CRISI,SPARITE 100 IMPRESE AL GIORNO
Sabato, 27 Agosto 2016
05:02
  • TERREMOTO CENTRO ITALIA: DOMANI LE ESEQUIE DELLE VITTIME
  • ALESSANDRINI: PESCARA HA ADOTTATO IL COMUNE COLPITO
  • SCLOCCO: SOSTEGNO ECONOMICO
  • L'ASSOCIAZIONE FRATERNITà DI MARRUCI SI MOBILITA PER
  • ASSOCIAZIONE FRATERNITà, CAUSALE: TERREMOTO CENTRO ITALIA
  • ASSOCIAZIONE FRATERNITà, PUOI DONARE ANCHE TU:
  • L'AQUILA: LA GEMMA ONLUS HA ATTIVATO UNA RACCOLTA FONDI
  • GEMMA ONLUS: I DONATORI SARANNO COSTANTEMENTE INFORMATI
  • GEMMA ONLUS, IBAN: IT 81 L 08327 03600 000000017726
  • AQ: "RACCOLTA FONDI EMERGENZA SISMA ITALIA CENTRALE 2016"
  • SISMA: IN TOTALE SONO 82 LE PERSONE RICOVERATE NELLE
  • SISMA: SEDE UGL DI L'AQUILA (9:00-16:30) SI RACCOLGONO
  • SISMA: TUTTE LE PARROCCHIE AQUILANE RACCOGLIERANNO OFFERTE
  • SISMA: FINO A VENERDì (H7-18) LA PARROCCHIA DI PILE
  • SISMA: LA CARITAS STA RACCOGLIE GENERI ALIMENTARI A LUNGA
  • SISMA: DE MATTEIS CHIEDE LA CONVOCAZIONE DI UNA SEDUTA
  • "POPOLI PRIMA": LA TRAGEDIA DEL TERREMOTO IMPONE UN
  • PE: IL CONCERTO DI NDUCCIO E KUZMINAC SARà UN'OCCASIONE
  • PE: DOMENICA PIAZZA DELLA RINASCITA L'UNITALSI RACCOGLIERà
  • ASL AQ: MOBILITATE 10 AMBULANZE CON 40 OPERATORI
  • ASL AQ: IL 118 GIUNTO AD AMATRICE 15 MINUTI
  • ALFREDO MORONI: MANTERREMO IL MESSAGGIO FONDAMENTALE
  • L'AQUILA: ANNULLATI TUTTI GLI EVENTI NON RELIGIOSI
  • AMATRICE: SCRIVERE A DONAZIONI.SISMA@COMUNE.LAQUILA.IT
  • REDAZIONE LAQTV PESCARA 085 79.98.711
  • REDAZIONE LAQTV L'AQUILA 0862 1965.091
  • REDAZIONE@LAQTV.IT
  • WWW.AQBOX.TV


15

Polemiche sui Social Network. Coccia Colaiuta risponde ai detrattori

Intervista

Polemiche sui Social Network. Coccia Colaiuta risponde ai detrattori

L'Aquila 26 Agosto 2016 ore 23:00

Terremoto, i sopravvissuti di Accumoli: "Ci sentiamo svuotati"

I volontari aquilani nella tendopoli di Fonte del Campo. Il 24 ci sarebbe stata la festa patronale

Un telefono squilla, risponde una donna: "Sì, noi siamo vivi, voi siete tutti salvi?". Ci troviamo nella tendopoli allestita dalla sezione Abruzzi degli Alpini a Fonte del Campo, piccola frazione alle porte di Accumuli dove tutti sono riusciti a salvarsi dalla pioggia di sassi che si è scatenata alle 3.36 del 24 agosto scorso. Sarebbe stato il giorno di San Bartolomeo, il patrono del paese, ma gli abitanti ed i romani accorsi per la festa non si sono svegliati né con la banda né con i fuochi d'artificio. In questo angolo d'inferno sono stati tutti miracolati. Basta guardare come sono ridotte le case, tanto che qualcuno dice: "Il nostro San Bartolomeo ci ha protetti". È la prima notte che gli sfollati trascorrono in tenda, l'altra l'hanno passata in macchina, quella prima ancora a scavare a mani nude per recuperare amici e conoscenti. Erano un centinaio ad affollare il paesino, ora sono rimasti soltanto i residenti. Il più giovane ha 23 anni, il più anziano una novantina. Chiacchierano sotto l'ombra di un gazebo in quella tendopoli ricavata nel giardino di un privato, accanto a un orticello che regala ancora qualche ortaggio. Intanto i volontari aquilani preparano un pasto caldo a chi - come loro ben sanno - è condannato a non sapere cosa succederà domani. "Mi sento svuotata" confessa una signora rimasta ad Accumuli con suo marito dopo aver mandato in un posto più sicuro la figlia e la suocera. Si sono salvate e la casa sta bene, ma si trova proprio vicino la chiesa pericolante. Ha scelto di restare perché suo marito ha un'azienda agricola e non vuole abbandonare gli animali. "Ci sono volontari specializzati che ci danno del cibo anche per loro" dice "ma non ce ne possiamo andare". Lei lavorava ad Amatrice, "ma ora Amatrice non esiste più". C'è chi ha perso tutto eppure attende una chiamata della sua fabbrica per tornare al lavoro, anziani che resistono, giovani che si interrogano, tutti insieme a ringraziare per la solidarietà degli italiani che li ha raggiunti appena possibile. Qui infatti i soccorsi hanno tardato ad arrivare: già prima non era facile raggiungere Accumuli, ora è quasi impossibile. Molte vie d'accesso erano costruite su ponti che hanno ceduto, l'ultimo questa mattina con la scossa di magnitudo 4.8 che ha anche provocato ulteriori crolli. E che non sarà l'ultima. Per questo molti paesi nelle vicinanze, pur non avendo avuto danni agli edifici, sono deserti. Noemi Cococcia

L'Aquila 26 Agosto 2016 ore 22:23

TERREMOTO: IL RACCONTO DEI SOPRAVVISSUTI. IL CUOCO DELL'HOTEL ROMA

TERREMOTO: IL RACCONTO DEI SOPRAVVISSUTI RICOVERATI AL S.SALVATORE

VOLTI PROVATI MA RACCONTI LUCIDI QUELLI CHE ABBIAMO RACCOLTO TRA ALCUNI RICOVERATI NEL REPARTO DI ORTOPEDIA CHE INSIEME A QUELLO DI CHIRURGIA DEL SAN SALVATORE  STANNO  ACCOGLIENDO IN QUESTE ORE  MOLTI FERITI. LE PAROLE DI UN OPERAIO DEL COMUNE DI AMATRICE CHE ABITAVA IN CENTRO STORICO E UN CUOCO DELL'HOTEL ROMA... 

L'Aquila 25 Agosto 2016 ore 19:40

TERREMOTO CENTRO ITALIA: SI SCAVA ANCORA PER CERCARE I CORPI

SI CONTINUA A SCAVARE SENZA SOSTA PER CERCARE DI RECUPERARE I CORPI DELLE PERSONE

AD AMATRICE TRA I COMUNI PIU COLPITI DAL TERREMOTO DI MAGNITUDO 6.0, SI CONTINUA A SCAVARE SOTTO I PALAZZI COLLASSATI IN CERCA DEI CORPI DELLE PERSONE CHE ANCORA MANCANO ALL'APPELLO. INTANTO IL CENTRO STORICO È SIGILLATO PER EVITARE SIA CHE QUALCUNO POSSA ENTRARE E RIMANERE COINVOLTO IN ALTRI CROLLI SIA PER SCONGIURARE L'ARRIVO DEGLI SCIACALLI.

L'Aquila 25 Agosto 2016 ore 19:41

AMATRICE COME L'AQUILA: NECESSARIO UN PROGETTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

AMATRICE "GEMELLA" DE L'AQUILA

TRA I PRIMI RAPPRESENTANTI ISTITUZIONALI AD ARRIVARE SUL POSTO IL SINDACO DE L'AQUILA MASSIMO CIALENTE.

AI NOSTRI MICROFONI IL PRIMO CITTADINO HA PARLATO ALLA NECESSITA' DI RIPENSARE COMPLETAMENTE L'APPROCCIO RIGUARDANTE LA COSTRUZIONE E, SOPRATTUTTO, LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI.

L'Aquila 24 Agosto 2016 ore 19:32

CIALENTE: "LA 722^ PERDONANZA E' FINITA ALLE 3.36"

L'Aquila: annullati tutti gli eventi non religiosi della 722^ Perdonanza.

"LA PERDONANZA AQUILANA DI QUEST'ANNO E' FINITA ALLE 3.36 DEL 24 AGOSTO".

CON QUESTE PAROLE IL SINDACO MASSIMO CIALENTE HA RESO NOTA LA DECISIONE DI ANNULLARE TUTTI GLI EVENTI DELLA 722^ MANIFESTAZIONE NON CONNESSI ALLA SFERA RELIGIOSA.

 
L'Aquila 24 Agosto 2016 ore 19:35

Terremoto, Giuliani: impennata del radon da ieri sera, ma stavolta non ho parlato

I valori superiori di 5 volte rispetto a quelli normali nelle stazioni di Coppito e Fagnano

L'intervista al ricercatore Giampaolo Giuliani, denunciato per procurato allarme nel 2009, quando avvertì che ci sarebbe stato un Terremoto a L'Aquila.

L'Aquila 24 Agosto 2016 ore 11:10

L'AQUILA: "L'INFORMALE MATERICO E CONCETTUALE" IN MOSTRA A PALAZZO NATELLIS

Giancarlo Ciccozzi inaugura la prima personale nella sua città natale

Inaugurata a L'Aquila, nella cornice dello storico Palazzo Natellis l'esposizione dell'artista aquilano Giancarlo Ciccozzi, dal titolo "L'informale materico e concettuale", visitabile fino al 29 Agosto.

Materiali comuni e meno comuni come strumento a mezzo dell'arte per creare emozioni nella mente di chi guarda tele uniche nel loro genere, mai uguali e non convenzionali per le quali sarebbe riduttiva una qualsiasi classificazione.

In mostra oltre 50 opere dalla straordinaria carica espressiva, estremamente soggettive, che provocano nei visitatori sensazioni diverse, ma che non possono lasciare indifferenti.

La critica lo ha definito:“Un artista intimamente fenomenologico, profondo e vulcanicamente evoluzionista, ispirato dalla convinzione che sia sempre possibile innovare la vita e le risorse creative dell’uomo. Un personaggio di cultura senza retorica".

Un artista di livello internazionale, che può vantare esposizioni a Los Angeles, Hollywood, New York, Washington e Miami, ma si dichiara fiero di poter presentare la sua prima personale proprio nella sua città natale e in occasione della Perdonanza.

 

Alessia Centi Pizzutilli

L'Aquila 24 Agosto 2016 ore 19:26

Ecco chi sono la Dama della Bolla, la Dama della Croce e il Giovin Signore

I colori storici della città indossati dai personaggi simbolo della Perdonanza

La storia civile e religiosa di L'Aquila torna a sfilare, unita, in corteo. Il Comitato organizzatore della 722^ Perdonanza celestiniana, orgoglioso del lavoro svolto fino ad oggi, guarda ottimista alle prossime edizioni e svela con entusiasmo alla città i nomi dei tre personaggi simbolo della manifestazione. Il Giovin Signore, Ferdinando Carluccio, è di Avezzano ma studia economia nel capoluogo. Ha 19 anni e tanta voglia di prendere in mano questa preziosa eredità. Sarà lui a portare il bastone d’ulivo del Getsemani - il famoso Orto degli Ulivi vicino Gerusalemme di cui narra il Vangelo - con il quale il cardinale Edoardo Menichelli busserà per tre volte sulla porta santa della basilica di Collemaggio. Eleonora Ciocca è la più grande. Nella gentile regalità dei suoi 30 anni veste benissimo il prezioso abito della Dama della Bolla. Laureata in giurisprudenza a Roma e impiegata al Gran Sasso Science Institute di L'Aquila, cela nel suo sguardo azzurro la maturità di una donna e l'entusiasmo giovane di aiutare la sua città. Il 28 agosto, durante il corteo storico, stringerà tra le sue mani il fodero cilindrico della Bolla del perdono: una pergamena che reca il testo dell’indulgenza plenaria concessa da Papa Celestino V, ma che per essere opportunamente conservata non viene trasportata durante la sfilata. Sarà invece Francesca Pancella,  studentessa ventiduenne di ingegneria, a portare il cuscino su cui è adagiata la croce che il sindaco Massimo Cialente donerà al cardinale designato a nome di tutta la città. Dal 2000 è l'artista Laura Caliendo a realizzare il gioiello (che sarà presentato domani alle 18 all'Audotorium del Parco). I costumi, realizzati nei colori medievali dell'Aquila, il bianco ed il rosso, sono stati studiati in ogni dettaglio dalla storica Giovanna Di Matteo: lo stemma della città sul classico vestito da cavaliere del Giovin Signore, la croce che impreziosisce l'abito della Dama della Bolla e i ricami in tombolo dorato a illuminare quello della seconda Dama. Tutto pensato per attribuire un significato ancor più affascinante a quel momento spirituale di cui parla Don Carmelo Pagano Le Rose: "Chiesa vuol dire assemblea convocata e qui il popolo cristiano è chiamato a condividere la gioia della liberazione", dice. Insomma un appuntamento con la storia, con il perdono, ma soprattutto con la comunità che da 722 anni ha scelto di portare avanti questa tradizione.

L'Aquila 23 Agosto 2016 ore 19:13

Bilancio: Cialente già pensa alla battaglia per ottenere i fondi nel 2017

Il sindaco di L'Aquila : "L'obiettivo è approvarlo in tempo"

L'odissea che sembrava senza fine del bilancio di previsione del Comune di L'Aquila è giunta al termine. L'assestamento è stato approvato ieri in Consiglio comunale con la maggioranza di centrosinistra che ha votato compatta e l'opposizione che si è astenuta. Sventato dunque l'ulteriore aumento della TARI che si sarebbe reso necessario se insieme al DL enti locali non fossero arrivati i 16 milioni che il governo ha stanziato per L'Aquila e precisamente per sociale, istruzione, ambiente ed esigenze dell'ufficio tecnico. Ma la manovra riguarda complessivamente 30 milioni: gli altri 14 sono stati mobilitati dalle risorse dell'ente attraverso un'opera di razionalizzazione della spesa. Soldi che andranno a coprire anche il contratto di servizio con Asm, oltre che la TASI sulle seconde case non agibili che per il 2016 non è stata rimborsata dallo stato, come invece avvenuto lo scorso anno. "Dunque - fa notare il Sindaco Massimo Cialente - il bilancio ha 9 milioni e mezzo in meno, non solo 8". Così già annuncia battaglia "per avere subito un finanziamento del fondo straordinario 2017 che non potrà scendere sotto i 16 milioni". A spiegare perché è l'assessore al bilancio Giovanni Cocciante: gli ingranaggi del Comune di L'Aquila si muovono grazie al lavoro di 534 persone che gestiscono 1 miliardo e 300 milioni l'anno. Una somma simile a quella impiegata da Torino o Bologna che a differenza del capoluogo abruzzese hanno un organico quattro volte più grande. Questo resta uno dei problemi più grandi che questa amministrazione lascerà in eredità a chi nel 2017 prenderà il posto di Cialente, insieme al nodo dei debiti fuori bilancio. Ma il primo cittadino assicura: "Lasceremo i conti in ordine". 

L'Aquila 23 Agosto 2016 ore 18:35

REGIONE: 190 MILIONI DI EURO PER IL COMPLETAMENTO DELLA FONDOVALLE SANGRO

"Siamo pronti, ha dichiarato D'Alfonso, a fare la nostra parte"

Dissesto idreogeologico, completamento della Fondovalle Sangro ed approvvigionamento energetico per la mobilità nel Comune di Quadri, territorio in provincia di Chieti.

Questi i temi al centro dell'incontro istituzionale che si è tenuto tra il Presidente della Giunta Regionale Luciano D'Alfonso ed il Sindaco di Quadri Silvio Di Pietro.

In primo piano la verifica da parte della Regione Abruzzo della validità del progetto di risanamento idrogeologico di una vasta area urbana  del Comune in questione. Zona che da anni è interessata da un movimento franoso che coinvolge un'area del centro densamente abitata. 

"Siamo pronti, ha dichiarato D'Alfonso, a fare la nostra parte, avvieremo le necessarie procedure non appena l'amministrazione comunale ci farà pervenire i risultati delle perizie geologiche, già effettuate, e il programma degli interventi".

All'attenzione del Presidente sono stati portati anche il progetto di un'area attrezzata nel territorio comunale di Quadri per l'approvvigionamento energetico per la mobilità ed il completamento della Fondovalle Sangro.

Per quest'ultimo è già disponibile un finanziamento di 190 milioni di euro, dei quali 120 milioni provengono dallo "Sblocca Italia" e 70 milioni dal "MasterPlan".

 

 

Alessia Centi Pizzutilli

L'Aquila 22 Agosto 2016 ore 18:08

Coppa della Pace: dal 27 al 29 agosto al Fattori la triangolare di calcio

A scendere in campo le formazioni primavera di Juventus, Roma e Pescara

La 722^ edizione della Perdonanza Celestiniana si arricchisce anche di un altro appuntamento. Si tratta della Coppa della Pace che dal 27 al 29 agosto animerà lo stadio Tommaso Fattori, con una triangolare nella quale scenderanno in campo le formazioni della primavera di Juventus, Roma e Pescara. 

L'Aquila 22 Agosto 2016 ore 17:59

Il cinema all'aperto torna ad animare il centro storico aquilano

Fino al 3 settembre 10 proiezioni in Piazza del Teatro. Gli organizzatori: "Sarà un evento stabile"

Un regalo alla città teso a riprendere quella tradizione familiare che, per anni, ha accompagnato serate aquilane vissute all'insegna della condivisione di quelle emozioni che solo la settima arte può far vivere.
Così l'imprenditore Marco Reato ha presentato la kermesse "Al cinema... In Piazza del Teatro".
Una iniziativa ricompresa in tempi record nel programma della Perdonanza, avendo visto la luce nel breve volgere di una settimana e che, partendo dal 22 agosto alle 21:30, si andrà a sviluppare nell'arco di 10 serate le quali vedranno il loro passo finale il prossimo 3 settembre.
Nel corso della presentazione del cartellone (che prevederà film di fresca uscita nelle sale intervallati da una divagazione negli anni '90 con la proiezione del film Leon di Luc Besson) particolare attenzione è stata posta su due fattori.
In prima battuta la scelta della location.
Se infatti Piazza del Teatro era cornice storica dei cinema all'aperto aquilani, questo stesso spazio era stato lasciato fuori dal novero di quelli occupati dagli spettacoli previsti nell'ambito della Perdonanza.
L'iniziativa, quindi, è andata a colmare una sorta di vuoto e consentirà alla Piazza di dialogare positivamente con tutto il resto del Centro Storico.
E qui si arriva al secondo aspetto: il dialogo, infatti, nelle intenzioni dei promotori, non dovrà esaurirsi in questo 2016 ma andare avanti anche nel prossimo futuro.
 
L'Aquila 22 Agosto 2016 ore 14:08

Jemo 'Nnanzi e l'Accademia di Belle Arti svelano il labaro del trecentesco Quarto di Santa Maria

Il vessillo sfilerà nel Corteo di domenica; raffigura la Madonna con Bambino di S. Maria Paganica

Rullo di tamburi ed atmosfera di sospesa curiosità hanno accompagnato il disvelarsi di uno tra i simboli architettonici del Capoluogo d'Abruzzo che, seppure in una veste diversa, tornerà a farsi ammirare da città e cittadinanza in occasione della 722esima Perdonanza Celestiniana.
Si tratta della Madonna con Bambino che, fino al 6 aprile 2009, ornava la lunetta posta al di sopra del portale principale della Chiesa di Santa Maria Paganica.
Infatti, in attesa del recupero dell'edificio ecclesiastico e, di conseguenza, del ritorno del gruppo scultoreo nella sua posizione storica, il soggetto è stato utilizzato per dare corpo all'immagine che, il prossimo 28 agosto nell'ambito del corteo storico, campeggerà sul labaro che aprirà la sfilata degli appartenenti al Quarto trecentesco di Santa Maria Intra Moenia.
Un gruppo riformatosi tre anni fa su impulso degli appartenenti al Gruppo di azione civica Jemo 'Nnanzi.
Fondamentale, nel percorso di concretizzazione di questo progetto dal forte sapore storico/artistico, il contributo dell'Accademia di Belle Arti di L'Aquila.
In questo modo, il polo di alta formazione cittadino ha voluto dare un ulteriore segnale di vicinanza sia all'evento Perdonanza (la stessa Accademia aveva infatti progettato e realizzato il Tripode della Pace utilizzato lo scorso anno) sia, più in generale, a tutto il tessuto culturale ed associazionistico del territorio.
Scendendo nel dettaglio della realizzazione pratica del labaro, questa ha richiesto circa un anno di lavoro certosino, centrato sopratutto sulla scelta dei materiali e delle tecniche da utilizzare.
Il risultato: una resa pittorica dai colori accesi, accordata secondo gli stilemi di visibilità e riconoscibilità.
A supervisionare l'intero iter il docente del corso di Pittura Stefano Ianni, mentre a ricevere l'incarico di dipingere il vessillo è stata la studentessa guardiese Sharon Bianco.

L'Aquila 22 Agosto 2016 ore 14:02

Il sensorialismo di Ciccozzi nella cornice di Palazzo Natellis

Il 23 agosto alle 17 l'inaugurazione della mostra

Giancarlo Ciccozzi gira il mondo e poi torna alle origini. Insegue correnti artistiche, dal sensorialismo all'informale materico europeo, prende da loro qualcosa, regala qualcos'altro, altro ancora lo inventa usando forme e colori dell'anima, meravigliando l'osservatore in quell'abbraccio tra pittura e scultura che non stanca mai, tra tratti e schizzi che sembrano essere infiniti nella finitezza della propria tela. Ed è forse la stessa incessante progressione che caratterizza la ricerca dell'artista aquilano a riportarlo nella sua città per lasciare incorniciare quelle opere senza confini da uno dei gioielli di Corso Federico II, palazzo Natellis. Vi mostriamo in anteprima qualche scorcio della mostra che Ciccozzi sta allestendo e che inaugurerà il 23 agosto alle 17 alla presenza del maestro Alessandro Piccinini, fondatore del “Presenteismo” e del maestro Guido Carlucci, fondatore del “Sensorialismo Materico” e direttore del Museo M.A.C.S. di Rieti. Tra l'altro, come per i migliori artisti emergenti di levatura europea, anche l’opera di Ciccozzi è stata posta all'attenzione della critica importante, come già evidenziato dalle collaborazioni con  Vittorio Sgarbi, Paolo Levi, Sandro Serradifalco, Franco di Genova, Vincenzo Le Pera e Mauro Fantinato. Non resta che andare a scoprire tutte le 50 opere della mostra "L'informale materico e concettuale di Ciccozzi".

L'Aquila 20 Agosto 2016 ore 12:42